Falerio dei colli Ascolani, superbo vino bianco del Piceno

Falerio dei Colli Ascolani DOC - L’origine di questo vino va rintracciata nella cultura più legata al consumo di pesce della costa: nulla più di un Falerio, vinificato a regola d’arte, esalta, in un connubio di sapore e leggerezza, il pesce bianco e il pesce azzurro che il Mare Adriatico offre.

Un bianco a cui è stato dato il nome dell’antica città di Faleria (Falerio dei Colli Ascolani) e che per alcuni ricorderebbe il Verdicchio, anche se nasce da altre uve. Si tratta di un vino gradevole ottenuto da un uvaggio che comprende Trebbiano Toscano (20-50%), Pecorino (10-30%), Passerina (10-30%) ed eventualmente altre uve a bacca bianca (massimo 20%). Un ruolo determinante è dato dal Pecorino, capace di dare sapidità ai vini grazie alla sua proprietà di apportare acidità e dolcezza al tempo stesso. Oltre a fornire freschezza questo vitigno conferisce un’apprezzabile struttura.